Gela
http://www.gelanelmondo.it/forum/

Pena di morte
http://www.gelanelmondo.it/forum/pena-di-morte-vt10766-60.html
Pagina 5 di 9

Autore:  siciliano [ martedì 27 novembre 2012, ore 23:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

gianiro ha scritto:
Mettiamola così: se qualcuno facesse del male a persone a me carissime, dovrebbero rieducare due persone.
Lui...e poi me.

Si, certo, la rabbia e la voglia di vendetta è umanissima, anche io reagirei molto male. Ma l'obiettivo sui delinquenti deve essere altro da parte di una società civile

Autore:  gianiro [ martedì 27 novembre 2012, ore 23:15 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

Ma come sei potuto diventare così....io ti ho conosciuto quando al tuo confronto Benito Mussolini sembrava Memole. :cry:

Autore:  siciliano [ martedì 27 novembre 2012, ore 23:42 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

gianiro ha scritto:
Ma come sei potuto diventare così....io ti ho conosciuto quando al tuo confronto Benito Mussolini sembrava Memole. :cry:

Ma benito Mussolini era figlio dei suoi tempi, che c'entra???.
Io credo fermamente nelle infine possibilità degli esseri umani. Anche dei peggiori. Sifficile da accettare ai tempi d'oggi, ma è così...
Lo stesso uomo può arrivare a livelli bassissimi, miseri ma anche alzarsi fino all'infinito. NE sono certo

Autore:  toni62 [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 5:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

Uscendo un attimo fuori topic, pensi che il sistema di recupero funzioni?
Parlando adesso di reati minori credo che il concetto di recupero non cambi.
Oggi non so quanti ma sono davvero tantissimi quelli vengono beccati e messi in carcere per due/tre mesi.
Escono e il loro primo pensiero é quello di delinquere e cosi' va per anni.
Hanno pagato il loro piccolo debito e tutto finisce li'.

Oggi si parla dei poveri carcerati che sono costretti a spazi ristretti, si parla di fare dei carceri moderni dove c'e' un bel parco, la palestra, il centro benessere piscina.... =D> =D>

sono daccordo per il recupero ma inteso come rieducazione, far comprendere che lavorando puoi ottenere dei beni.

Entri in carcere? ok ti spetta 1/2 kg. di pane duro (quello rimasto invenduto che costa meno) e un litro di acqua stop
Non ti basta? vuoi anche della canrne, pasta ecc.? ok lavora
Rimboschiamo le nostre montagne, lavora e avrai di piu'.

Autore:  dada [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 11:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

siciliano ha scritto:
dada ha scritto:
Se una che a 16 anni ha scannato come vitelli madre e fratellino ora la dobbiamo considerare una cittadina normale, allora viviamo veramente in pianeti diversi...

una che oggi lavora e si comperta da cittadina normale è cittadina normale. Ha pagato il conto con la giustizia ed è stat reintegrata: io fra questa situazione e la sua permanenza in carcere preferisco questa. Spero che la ragazza trovi la forza di non cadere mai più in quell'inferno.


No, non ha pagato proprio niente. Me ne frego se uccidere a sangue freddo le due persone che in teoria dovrebbero essere le più care, per lei sia stato un inferno.
E non dico neanche che dovrebbe marcire in carcere...ma rimanere per almeno trent'anni in una struttura di riabilitazione, magari in veste di consulente per aiutare altri giovani con storie simili alla sua, ma comunque con libertà personale limitata al minimo, non solo per una questione di espiazione, ma anche di sicurezza. Chi può escludere che se un giorno suo marito o una collega di lavoro o anche il proprio figlio la facessero irritare particolarmente, non tornerebbe a uccidere con la stessa efferatezza della prima volta? Secondo me nessuno.

Autore:  ellenico [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 14:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

In questo post,stimo molto siciliano.
E' più elevato di tutti,parla di giustizia,non di vendetta. ;)

Autore:  siciliano [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 14:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

dada ha scritto:
siciliano ha scritto:
dada ha scritto:
Se una che a 16 anni ha scannato come vitelli madre e fratellino ora la dobbiamo considerare una cittadina normale, allora viviamo veramente in pianeti diversi...

una che oggi lavora e si comperta da cittadina normale è cittadina normale. Ha pagato il conto con la giustizia ed è stat reintegrata: io fra questa situazione e la sua permanenza in carcere preferisco questa. Spero che la ragazza trovi la forza di non cadere mai più in quell'inferno.


No, non ha pagato proprio niente. Me ne frego se uccidere a sangue freddo le due persone che in teoria dovrebbero essere le più care, per lei sia stato un inferno.
E non dico neanche che dovrebbe marcire in carcere...ma rimanere per almeno trent'anni in una struttura di riabilitazione, magari in veste di consulente per aiutare altri giovani con storie simili alla sua, ma comunque con libertà personale limitata al minimo, non solo per una questione di espiazione, ma anche di sicurezza. Chi può escludere che se un giorno suo marito o una collega di lavoro o anche il proprio figlio la facessero irritare particolarmente, non tornerebbe a uccidere con la stessa efferatezza della prima volta? Secondo me nessuno.

Il neretto già è un bel segno di speranza.
Quello che segue è certamente vero, nessuno lo può escludere. Ma nessuno può escudere nulla su nessuno. Se una persona è riabilitata (e non solo perchè ha soggiornato per un numero stabilito di anni in una cella) deve esserlo e basta.
E' ovvio che è non è facile, soprattutto per chi ha subito un crimine, smaltire l'odio, modificare il giudizio, coltivare speranze. Ma deve essere così.
Secondo me tutti possono superare i propri limiti, e andare oltre ciò che si è stati!

Autore:  siciliano [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 14:24 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

ellenico ha scritto:
In questo post,stimo molto siciliano.
E' più elevato di tutti,parla di giustizia,non di vendetta. ;)

Immagine

Autore:  toni62 [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 14:53 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

ellenico ha scritto:
In questo post,stimo molto siciliano.
E' più elevato di tutti,parla di giustizia,non di vendetta. ;)

é l'unico che non ha ancora figli........

Autore:  Razio [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 14:57 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

dada ha scritto:
Se una che a 16 anni ha scannato come vitelli madre e fratellino ora la dobbiamo considerare una cittadina normale, allora viviamo veramente in pianeti diversi...


In tutta la discussione concordo con SIciliano, ma in questo caso il problema è diverso. Si ha un grandissimo sconto di pena perchè ha 16 anni... ma che significa? A 16 anni si ha la stessa capacità di intendere e di volere che a 19. 30 anni in entrambi i casi.

Autore:  siciliano [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 15:09 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

toni62 ha scritto:
ellenico ha scritto:
In questo post,stimo molto siciliano.
E' più elevato di tutti,parla di giustizia,non di vendetta. ;)

é l'unico che non ha ancora figli........

e quindi?

Autore:  siciliano [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 15:09 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

Razio ha scritto:
dada ha scritto:
Se una che a 16 anni ha scannato come vitelli madre e fratellino ora la dobbiamo considerare una cittadina normale, allora viviamo veramente in pianeti diversi...


In tutta la discussione concordo con SIciliano, ma in questo caso il problema è diverso. Si ha un grandissimo sconto di pena perchè ha 16 anni... ma che significa? A 16 anni si ha la stessa capacità di intendere e di volere che a 19. 30 anni in entrambi i casi.

Infatti il mio concetto vale per il 16enne e per il 90 enne.

Autore:  gianiro [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 15:25 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

Non deve essere così, vanno recuperati i ladri, gli evasori, gli spacciatori, ecc..ecc.. gli assassini, gli strupatori, i pedofili assassini, vanno recuperati ma tenuti lontani dalla società.
Per certe cose non si può sbagliare, perchè quello che è stato vittima, non lo recupera più nessuno.
Troppo semplice.

Autore:  siciliano [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 15:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

gianiro ha scritto:
Non deve essere così, vanno recuperati i ladri, gli evasori, gli spacciatori, ecc..ecc.. gli assassini, gli strupatori, i pedofili assassini, vanno recuperati ma tenuti lontani dalla società.
Per certe cose non si può sbagliare, perchè quello che è stato vittima, non lo recupera più nessuno.
Troppo semplice.

e che senso ha recuperarli, renderli magari cittadini modelli, utili alla società ma lontani dalla societa?

Autore:  ellenico [ mercoledì 28 novembre 2012, ore 16:10 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Pena di morte

toni62 ha scritto:
ellenico ha scritto:
In questo post,stimo molto siciliano.
E' più elevato di tutti,parla di giustizia,non di vendetta. ;)

é l'unico che non ha ancora figli........


Perchè,cosa significa averli??? ç_ç ç_ç

Pagina 5 di 9 Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/