Gela nel Mondo Indice del Forum Galleria Foto e Immagini di Gela Gela nel Mondo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
che bell'articolo 
Autore Messaggio
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio che bell'articolo
Spinello libero. E adesso la pubblicità…
2nd mar 2009

Nando Dicè-


Sei pronto?

- Sì dai!

- Ciak si gira.

“Credete che io sia per liberalizzare la droga perché mi piace?





http://www.mirorenzaglia.org/?p=5830

Perché mi piace fuggire la realtà?

Perché voglio inebetire la gioventù?

SBAGLIATO!

È il proibizionista a volere tutto questo, e nella maniera più “democratica” possibile, cioè dicendo che è contro e agendo a favore.

I numeri parlano per noi, le statistiche, le indagini scolastiche, le analisi militari, l’analisi dell’acqua… e se il Dio Po’ potesse parlarvi… sarebbe tutto sballato!

Ma veramente credete che quelli che oggi non si drogano, quelli che oggi sono riusciti a resistere, all’erba, all’hascisc, e a tutte le altre droghe leggere e pesanti, comincerebbero a drogarsi perché non è più un reato? Veramente questi giovani eroi che hanno resistito alla droga che si trova in tutte le scuole, in tutte le comitive, in tutti i luoghi di riunione giovanile, li volete offendere in questo modo?

Se essi si sono salvati è stato perché HANNO VOLUTO SALVARSI, non perché qualche legge li abbia salvati.

E poi che viscidi che sono, mandare la gente, beccata con uno spinello a parlare due ore alla settimana dallo psicologo! Ma c’è stato uno, e dico un solo ragazzo, che poi non abbia ricominciato a farsi gli spinelli?

Il 17% dei ragazzi a 18 anni si fa una canna a settimana, “il sabato o la domenica con gli amici”. Il 34% più volte a settimana, il 32% almeno una volta al giorno e dite che il proibizionismo serve?

O pensate che non sappia che fa male? O veramente siete tanto ipocriti da pensare che essi non sanno che non è legale?

Se il proibizionismo serve a qualcosa, serve a mettere a posto la vostra sporca coscienza, e a far guadagnare alla criminalità miliardi che poi deposita nelle banche, le quali poi, finanziano i partiti che sono proibizionisti!

Ma un mondo che basa se stesso sull’utile economico, può mai emanare una legge che preveda il bene dei giovani, se non in chiave di clienti dei pusher sparsi ad ogni angolo di via?

E poi pensateci bene. Se l’80% dei giovani europei si fa le canne, i campi di marijuana, non dovrebbero cercarli con i satelliti, si dovrebbero vedere col binocolo. Non possono dire che non sanno dove si coltiva, che non sanno dove si lavora, che non sanno chi la distribuisce. Basta pensare che i Talebani rinunciarono al commercio dell’oppio e gli americani lo ripristinarono appena “liberato” l’Afghanistan. Ma allora è o non è una presa in giro che serve solo a tenere alto il prezzo e a far guadagnare i “soliti ignobili” dell’economia mondiale?

Guadagni incommensurabili, che guarda caso nessuna banca denuncia?

Non mi dite che è per il bene dei giovani, perché dall’ex ministro Martelli ai deputati dell’UDC il motto supremo è sempre stato “fall se a tien.” Perbenisti dei miei stivali.

Ma è mai possibile che innanzi ai soldi i liberisti, smettono di pensare alla democrazia come “valore supremo”, per riutilizzarla contro i popoli, appena hanno trovato il modo di farci altri soldi?

Ma è mai possibile che il sogno democratico debba essere quello di “innalzare” il livello di idiozia dei popoli al rango di consumatori?

Non mi parlate, vi prego, di stato etico, perché qui di etico non c’è più nulla. Cannibalismo sociale è la regola, l’etica non può essere parziale, altrimenti è bigottismo cieco.

No, non sono un nostalgico di Woodstock e nemmeno uno che pensava che la fantasia al potere si scatenasse “rollando” la realtà. Sono uno dei tanti che sa dove si vende la droga, che sa chi la vende e a quanto la vende. Sono uno che sa che le retate poliziesche sono una farsa che dopo 24 ore, l’angolo dello spaccio è di nuovo pieno. Uno che sa che gli spinelli sono bi-partisan.

Credete che sia di sinistra perché voglio la droga venduta dallo stato?

Allora vi dico una cosa, fatte le regole della vendita, il primo pusher che trovo sotto una scuola non lo sbatterei in galera, ma ai lavori forzati per almeno 20 anni ed abolirei i tre gradi di giudizio.

Credete che sono contro la droga libera perché vorrei affidare la vendita della droga alle società private, cioè sempre ai soliti finanzieri e banchieri?

Sbagliate, la nazionalizzerei e destinerei i soldi per tutte opere sociali che questi politici del ca**o rubano o regalano ai loro amici banchieri.

Credete che mi finanzi la criminalità? Da dove reclutano le nuove leve la Camorra e la Mafia se non dai pusher di carriera?

Non me ne frega niente se mi considerate più di sinistra o di destra, ma mi frega non essere preso in giro da chi proibendo diffonde la droga ad ogni livello; da chi aiutando l’Africa la depreda; di chi volendo aiutare gli emigranti, li deruba; di chi è per gli operai e li mette in competizione con i cinesi, tanto per sfruttarli alla pari, minimo 14 ore al giorno; di chi definendosi nazionalista non dice una parola sulle 113 basi americane in Italia e non si è mai domandato quante basi di Carabinieri ci sono in America; di chi, elogiando il risorgimento, offende 37 milioni di meridionali; di chi ha fatto del materialismo dialettico una religione, ma non dice una parola sul signoraggio; di chi è contro il terrorismo, solo quando non produce ricchezza per le banche americane; di chi organizza le collette per i bambini poveri e poi viaggia in Jaguar; di chi è contro il sistema, ma lavora in banca; di chi ha trasformato la politica in un mestiere.

E che dirvi di quelli che vogliono salvare la natura senza mettere in discussione il progresso moderno? E di quelli che cavalcavano la tigre? Avete notato che ora ci vanno a letto con la tigre?

Se essere contro la droga da 50 anni significa avere l’87% dei giovani che si drogano normalmente, scusate la banalità, meglio essere a favore, tanto peggio non può andare!”

- Stooooop! Buona la prima! Bravo ottimo!

- Però mentre parlo, non mi puoi fumare in faccia, cacchio! A chi lo venderemo questo spot?

- Boh, vedremo. Sia la destra, sia la sinistra che il centro, mi hanno chiesto uno spot “che tenga l’elettore sulle spine” e tutti hanno aggiunto una descrizione dell’elettore ritratto come un idiota. Allora ho pensato… lo sai come si tiene sulle spine un elettore?

- No!

- Gli dici chi sei, solo dopo le elezioni!

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


lunedì 15 giugno 2009, ore 9:50
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Keys Owner!
City Keys Owner!
Avatar utente

Data iscrizione: lunedì 24 novembre 2008, ore 11:16
Messaggi: 1284
Karma: 3 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
Quello della liberalizzazione delle droghe leggere (hashish, marjuana) è una proposta che il partito radicale ha sempre fatto senza nulla ottenere, purtroppo.
Io aggiungerei pure la legalizzazione della prostituzione, la riapertura delle case chiuse.
Ma togliere linfa vitale alle mafie non rientra tra le prerogative di chi ci governa.

_________________
'Capo ha cosa fatta'


lunedì 15 giugno 2009, ore 10:23
Torna a inizio pagina
Profilo
City Keys Owner!
City Keys Owner!
Avatar utente

Data iscrizione: martedì 25 marzo 2008, ore 12:14
Messaggi: 2396
Località: unna vene vene
Karma: 98 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
stamattina ne ho trovato un altro bello non sulla stampa convenzionale

"Mi chiamo Boubacar Boris Diop, sono senegalese e scrittore.
Mi sono sempre sentito coinvolto dal genocidio dei Tutsi in Rwanda al quale ho dedicato un romanzo intitolato “Murambi, il libro delle ossa” e numerosi articoli in diversi giornali e riviste. Oggi parleremo del Capitano Mbaye Diagne. E’ un argomento importante nel senso che tutti i racconti di tutti i genocidi vengono associati a immagini di orrore e di odio, mentre nei casi come quello del Capitano Mbaye Diagne abbiamo a che fare con la compassione, l’altruismo; in breve abbiamo un’altra possibilità di parlare del genocidio senza suscitare disgusto o scoramento in coloro che ci ascoltano. E dato che il Capitano Mbaye Diagne è come tutti noi un uomo ordinario, ciò che il suo ruolo nel genocidio del Rwanda ci insegna, è che ognuno di noi in fondo ha dentro di sé il meglio e il peggio.
Il capitano (senegalese n.d.t.) Mbaye Diagne è stato inviato in Rwanda nel 1993 per far parte dell’UNAMIR, la missione delle Nazioni Unite in Rwanda, e si è ritrovato nella posizione di osservatore militare, lavorando col comandante in capo, il generale canadese Romeo Dallaire. Quando è iniziato il genocidio e le truppe dell’ONU si sono ritirate… ebbene, egli ha molto semplicemente deciso di disubbidire agli ordini: ha deciso di salvare quelli che poteva. Come sapete per esempio è stato lui a salvare i figli della primo ministro Agathe (Uwilingiyimana n.d.t.) che è stata assassinata nel primo giorno del genocidio. Quindi questo vuol dire che il Capitano Mbaye Diagne fin dall’inizio, non ha aspettato, non si è posto troppe domande; fin dall’inizio ha capito che la cosa più importante non era obbedire a degli ordini ingiusti dei burocrati comodamente seduti a New York, ha capito che doveva dare ascolto prima di tutto alla propria coscienza di essere umano. Ciò che ha fatto è stato salvare un numero elevato di vite umane. Si dice che siano state decine, qualcuno dice anche seicento persone, ma il numero esatto di Tutsi che sono stati salvati dal Capitano Mbaye Diagne sarà difficile da determinare, credo.
La prima cosa importante è che il Capitano Mbaye Diagne è morto per gli altri: è morto perché non è rimasto tranquillo, perché stava compiendo una missione e lo faceva sapendo di farlo a rischio della propria vita. Ma forse una delle lezioni più importanti è la rilevanza che questo ha rispetto a tutti i genocidi. Come sapete, dopo un simile avvenimento, quando si interrogano gli assassini l’unica cosa che rispondono è “ho ricevuto degli ordini, sapevo che erano ingiusti, ma non avevo i mezzi per contestarli e li ho eseguiti. Così ho assassinato gli armeni, ho assassinato gli ebrei, ho assassinato i cambogiani o i Tutsi perché lo Stato me lo richiedeva”.
Ebbene questa logica dell’obbedienza assoluta è stata in qualche modo sconfitta sul nascere dal Capitano Mbaye Diagne, nel senso che egli ha disubbidito. Ritengo che la prima cosa, la più interessante, sia la virtù della disobbedienza. Egli ha detto: “Io non ubbidisco a questi ordini”.
La seconda cosa è che in fondo egli non ha cercato di giocare a Superman, non ha cercato di sfoderare la sua pistola e di battersi da solo contro quelli che erano ai posti di blocco a uccidere i Tutsi. Ha discusso con loro, ha negoziato con loro e con questo ci ha dimostrato che anche in questi mostri c’è una scintilla di umanità a cui si può fare appello.
Parlare coi mostri: io penso che questo… non tutti ne abbiano la capacità. Questo richiede, come dire, un grande coraggio fisico, perché questa gente era sempre drogata e ubriaca e poteva uccidere chiunque in qualsiasi momento.
Ma per me la principale lezione della storia di Mbaye Diagne è che in fondo, in modo estremamente ingiusto, si vuole fare nei media e in una certa letteratura alquanto nauseabonda bisogna dirlo… si vuol fare del Rwanda il simbolo del disastro africano, una specie di apoteosi del male e si cerca di farci credere che siccome il genocidio ha avuto luogo in Africa, è una cosa normale. C’è una specie di distorsione nella definizione di genocidio: quando avviene in Germania non è normale, è un incidente spaventoso; ma quando avviene in Rwanda, in Africa, ebbene è normale. Perché?
Perché gli africani non fanno distinzione tra la morte e la vita. Invece l’esempio di Mbaye Diagne mette al primo posto i valori della vita anziché rassegnarsi ai valori della morte.
Insomma a partire da questa tragedia, che è veramente una delle peggiori della storia dell’umanità, è bene dire ai giovani africani in particolare, che non dobbiamo rassegnarci alla morte: la morte non è fatalità e voi avete dentro di voi, come tutti gli esseri umani, il peggio e il meglio. E soprattutto ciò che Mbaye Diagne insegna è che il genocidio non è normale da nessuna parte e non lo era neanche nel Rwanda.
E per me questo è estremamente importante."

_________________
'E’ arrivato il nostro momento, il momento dei siciliani onesti, che vogliono lottare per un cambiamento vero, contro chi ha ridotto e continua a ridurre la nostra terra in un deserto, abbiamo l’obbligo morale di ribellarci'."giuseppe gatì


lunedì 15 giugno 2009, ore 12:17
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: venerdì 19 ottobre 2007, ore 16:12
Messaggi: 17206
Karma: 35 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
Diego Livoti ha scritto:
Quello della liberalizzazione delle droghe leggere (hashish, marjuana) è una proposta che il partito radicale ha sempre fatto senza nulla ottenere, purtroppo.
Io aggiungerei pure la legalizzazione della prostituzione, la riapertura delle case chiuse.
Ma togliere linfa vitale alle mafie non rientra tra le prerogative di chi ci governa.



quoto al 100%,lo dico da sempre.

_________________
Immagine


lunedì 15 giugno 2009, ore 13:01
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
l'articolo che ho postato comunque non è per la liberaizzazione. il fatto in se è marginale. E' una presa di posizione dura anche se rivelata con sprazzi di ironia, sulla politica in generale. E sull'uso che si fa di certi argomenti

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


lunedì 15 giugno 2009, ore 13:26
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Keys Owner!
City Keys Owner!
Avatar utente

Data iscrizione: lunedì 24 novembre 2008, ore 11:16
Messaggi: 1284
Karma: 3 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
Un dei tanti modi per dire che la politica attuale è subordinata al P.I.L.O.?

_________________
'Capo ha cosa fatta'


lunedì 15 giugno 2009, ore 17:45
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
COME RICOSTRUIRE L'AQUILA A COSTO ZERO!! DIVULGATELO!!

OVVERO LE PESANTI RESPONSABILITA DEI POLITICI CORROTTI E I BIGLIETTI DI STATO A CORSO LEGALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA......



IN UN MERCATO CI SONO TRE PERE.
IN CIRCOLAZIONE CI SONO TRE EURO.
SI POSSONO VENDERE LE TRE PERE A € 1 CIASCUNA.
SE NELLO STESSO MERCATO PORTO ULTERIORI 3 PERE(PER UN TOTALE DI 6 PERE) E IN CIRCOLAZIONE RIMANGONO € 3, LE SITUAZIONI CHE SI VERRANNO A CREARE POSSONO ESSERE DUE:

1--> VENDERE LE 6 PERE A 50 CENTESIMI CAD.

2--> VENDERNE 3 AL VECCHIO PREZZO, E VEDERE COSI LE ALTRE 3 PERE AMMUFFIRSI INVENDUTE.

IN PRATICA OCCORRE INTRODURRE, NELLA CIRCOLAZIONE MONETARIA (SE SI VOGLONO MANTENERE STABILI I PREZZI) UNA QUANTITA DI MONETA NECESSARIA ALL'AQUISTO DEI BENI PRESENTI SUL MERCATO.

A QUEL PUNTO AVREMO LE 6 PERE E I 6 EURO PER COMPRARLE!!

QUANTITA DI MONETA EMESSA = BENI REALI PRESENTI<----------------!!!!!!!!!!!!

SUPPONIAMO CHE ALL'AQUILA CI SIANO 10 CASE E CHE IN CIRCOLAZIONE CI SIANO 0 EURO.

DOPO IL TEREMOTO RIMANGONO 3 CASE SANE E 7 VENGONO DSTRUTE.

CHE FARE?

I POLIICI DIRANNO O CHE:

1-->" NON CI SONO I SOLDI!"

2--> "O CHE I SOLDI CI SONO MA COMPORTERA DEBITO PROCURARSELI"

INDEBITANDOSI CON LA BANCA D'ITALIA S.P.A. (con fini di lucro)

----->EBBENE SIGNORI QUESTI POLITICI MENTONO<------


PER AFFRONTARE LA QUESTIONE DELLA RICOSTRUZIONE LO STATO ITALIANO DEVECREARE ED EMETTERE GRATUITAMENTE IL DENARO NECESSARIO ALLA CREAZIONE DI 7 NUOVE CASE, E PUò FARLO A COSTO QUASI ZERO!

LO STATO DEVE STAMPARE 100.000 € (IPOTIZZANDO QUESTO COME COSTO COMPLETO DI UNA CASA) E DEVE CONSEGNARLI AD UNA COOPERATIVA ( O COSTRUTTORE O DITTA EDILE) CHE IMPIEGHERA TALE OMMA PER COSTRUIRE UNA NUOVA ABITAZIONE.

E QUESTO PER LE 7 CASE, PER LE 7 NECESSITA

I MURATORI, GLI ELETTRICISTI, GLI IDRAULICI, L'INTERA MANOVALANZA EDILE EL'INTERA SCHIERA DI PROGETTISTI ARCHITETTI GEOMETRI ECC.. SI VEDRANNO CONSEGNARE NELLE PROPRIE MANI DEI BIGLIETTI DI STATO NON DISSIMILI DA QELLO POSTATO NELLE FOTO IN FONDO AL GRUPPO.

LE RICORDATE LE 500 LIRE DI CARTA CON IL MERCURIO ALATO? ERANO DELLO STATO, ERANO NOSTRE NON DOVEVAMO RESTITUIRLE A NESSUNO E NESUNO CI CHIEDEVA INTERESSI A FINE ANNO.
LE FIRME ERANO DEL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO, DEL CASSIERE SPECIALE E C'RA IL VISTO DELLA CORTE DEI CONTI

INVECE NELLE BANCONOTE COME L'ALTRA DA MILLE LIRE
..emessa da (1) la Banca d'Italia, le firme erano del (3) Governatore e (4) del Cassiere, che sono Privati e non fanno parte dello Stato. E (2) "pagabili a vista al portatore".. perché specificarlo? Ora lo spieghiamo..

Pensate che chi ha lavorato nella costruzione della nuova casa non accetti una simile forma di pagamento?

E perché non dovrebbe?

Il muratore che andrà a comprarsi da mangiare consegnerà tale "Biglietto di Stato" nelle mani del salumiere.. perché questi dovrebbe rifiutare di cedere uno dei suoi panini con il salame al muratore in cambio? Chi non si fiderebbe di un pezzo di carta con sopra scritto il nome del proprio Paese, della propria Nazione.. della SUA Repubblica???

Oggi addirittura accettiamo l'euro come moneta
..che riporta la firma [pure ILLEGGIBILE] di un perfetto SCONOSCIUTO..

..perché dovremmo rifiutare un biglietto, una banconota, un pagamento insomma, firmato da UOMINI DI STATO?

Dall'architetto al manovale TUTTI potranno andare a fare la spesa, pagare le bollette, comprarsi ciò che vogliono con la nuova moneta statale, senza problemi.

Perché i commercianti, gli esercenti, i negozianti, gli agenti del Fisco, i dipendenti postali saranno FIDUCIOSI di quella magica DICITURA:

BIGLIETTO DI STATO A CORSO LEGALE

..e IGB[3] morirebbe di fame.

I nostri politici hanno da tempo abdicato alla “Sovranità Monetaria” e ora è solo il mondo bancario l’unico SIGNORE DELLA MONETA, in tutte le sue forme.

Quindi OGGI solo ricorrendo a IGB il cittadino (e lo Stato stesso) possono ottenere LIQUIDITA’. E non senza vergognose suppliche di concessione, chiamate tecnicamente “interessi” o “tassi di sconto”.

In pratica lo Stato PAGA per avere MONETA che poi usa per la collettività.

E IGB (il grasso banchiere) crea tale moneta dal nulla, senza copertura, senza contropartita, senza spese se non carta e inchiostro (o bit di un computer in una banca).


PRESTATE ATTENZIONE AGLI UOMINI DIETRO LE QUINTE, ANCHE SE I MEZZI A DISPOSIZIONE SONO POCHI, GRAZIE AD INTERNET POSSIAMO FARE MOLTO, INVITO TUTTI GLI ISCRITTI DI QUESO GRUPPO AD INFORMARSI A FONDO SUL SIGNORAGGIO BANCARIO, E SULLA TRUFFA CHE è IN ATTO A NOSTRO DISCAPITO DA PIù DI 60 ANNI.
DOBBIAMO RICERCARE LA VERITA POICHE SOLO ESSA RENDERA L'UOMO LIBERO E CONSAPEVOLE, PER CHI NON NE SA NULLA SULL'ARGOMENTO è ARRIVATO IL MOMENTO DI APRIRE GLI OCCHI CERCARE LA VERITA! CON I PROPRI MEZZI, NON ACCETTATE TUTTO C'ò CHE VI VIENE PROPOSTO COME "VERSIONI UFFICIALI" SPEGNETE LA TELEVISIONE CHE NON è ALTRO CHE UNO DEI MEZZI DI CONTROLLO DI MASSA PIù EFFICACE MAI CREATO ESISTONO SITI DOVE CHI VUOLE PUò AUTOINFORMARSI SU TEMI CHE AL NOSTRO GIORNO SONO TABù COME SIGNORAGGIO BANCARIO RISERVA FRAZIONARIA DEBITOPUBBLICOO. TEMI SCOMODI PER CHI NE HA L'INTERESSE CHE VENGANO COPERTI, CELATI IN QUEST'ALONE DI MISTERO, FINO A POCO TEMPO FA IL LORO GIOCO DI SEGRETEZZA ANDAVA A GONFIE VELE.. NEGLI ULTIMI ANNI SEMPRE PIù PERSONE IN TUTTO IL MONDO STANNO PRENDENDO ATTO DELL'ESISTENZA DI UN UN' ELITE DI PERSONE, UN MANIPOLO DI CRIMINALI SENZA SCRUPOLI, HA AFFONDATO LE SUE SPORCHE RADICI ORMAI IN TUTTE LE ISTITUZIONI... DOBBIAMO FRE UNA GUERRA INFORMATIVA E LA DOBBIAMO FARE SUBITO!!!!!!

AGGIUNGIETE IMMEDIATAMENTE QUESTI SITI A I VOSTRI PREFERITI VI SERVIRANNO PER CAPIRE MOLTE COSE!:

http://www.megachip.info/

http://www.signoraggio.com/

http://www.pandoratv.it/

http://www.luogocomune.net

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


martedì 16 giugno 2009, ore 21:53
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
già, è il meccanismo che ha alimentato finora il Signoraggio!
la stampa è di perinenza di un unico soggetto, un privato, che vende la moneta. e la vende a prezzi altissimi lucrando sul debitoc he gli stati contraggono. Il denaro attualmente in circolazione pare copra appena il 5 per cento del valore dei beni. Questa è una truffa bella e buona di cui nessuno parla.
Spero che Razio non si suicidi se dico che in questi meccanismi sono conosciuti e serviti anche da Prodi e padoa schioppa!

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


martedì 16 giugno 2009, ore 22:42
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
la sovranità monetaria non è nei programmi di nessun partito. Chiediti perchè?

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


martedì 16 giugno 2009, ore 22:48
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
vedi se trovi interogazioni parlamentari in proposito. e se ne trovi attento a come si sono evolute...

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


martedì 16 giugno 2009, ore 22:58
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 21 febbraio 2008, ore 11:02
Messaggi: 8642
Località: gela
Karma: 61 punti  
Messaggio Re: che bell'articolo
A proposito di articoli belli: una settimana fa io e un altro membro dell'associazione ARIA NUOVA abbiamo rilasciato dichiarazioni per il giornale "la sicilia" a proprosito dell'inquinamento dell'acqua nella nostra città contestando l'operato (In realtà nessun operato) e le dichiarazioni di istituzioni politiche e sanitarie. La giornalista mi disse: si, ci lavoro subito, esce domani o dopodomani. E' passata una settimana e non è uscito!
informare è impossibile in questa città.

State attenti il problema è molto grave, datevi una mossa, ca**o! La salute vostra e dei vostri familiari non può essere un dettaglio

_________________
"Le masse popolari in Europa,non sono contro le masse popolari in Africa.
Quelli che sfruttano le risorse in Africa,sono gli stessi che sfruttano l'Europa.
Abbiamo un nemico comune ! " (Thomas Sankara)
Immagine


mercoledì 17 giugno 2009, ore 9:38
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per      
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron