Gela nel Mondo Indice del Forum Galleria Foto e Immagini di Gela Gela nel Mondo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame 
Autore Messaggio
Super user
Super user

Data iscrizione: martedì 11 agosto 2009, ore 0:30
Messaggi: 214
Località: Gela
Karma: 0 punti  
Messaggio Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame
Niente laboratori nuovi
preside fa sciopero della fame


Gela: Agle Savatta, dirigente scolastica di un istituto tecnico industriale, protesta contro la Provincia. "Senza gli interventi previsti non possiamo svolgere le 18 ore settimanali di pratica"

GELA (CALTANISSETTA) - Agle Savatta, 62 anni, dirigente scolastica dell'istituto tecnico industriale Emanuele Morselli di Gela, ha iniziato uno sciopero della fame ma non dal lavoro. Ha infatti comunicato che resterà in servizio, nel suo ufficio, 24 ore su 24, "per protestare - ha scritto in una nota alla stampa - contro l'inerzia e il disinteresse dell'amministrazione provinciale di Caltanissetta".

La preside protesta perché, dice, "a causa del mancato avvio degli interventi tecnici promessi dalla Provincia, per la realizzazione di un secondo laboratorio di informatica, agli studenti di sei classi dell' indirizzo specifico non viene consentito di svolgere le 18 ore settimanali di pratica, previste nei programmi didattici, con grave pregiudizio del diritto allo studio".

Il laboratorio dovrebbe sorgere nella più grande delle tre aule che per anni sono state il "pomo della discordia", tra l'istituto industriale e il vicino liceo scientifico Elio Vittorini, nella cittadella scolastica di contrada Piano Notaro.

Di proprietà del Morselli, le aule sono state occupate per anni dallo scientifico, malgrado le richieste della preside Savatta che ne rivendicava la restituzione. A ottobre è esplosa la protesta, con i ragazzi dei due istituti che sono giunti allo scontro fisico. Poi la denuncia di due genitori di alunni dello scientifico, che ha indotto il tribunale di Gela a sospendere per due mesi (dal 7 novembre 2009) la preside Savatta, rea di essersi ripresa i locali, forzando i lucchetti.

03/02/2010 Fonte LA SICILIA WEB

_________________
Non fare agli altri ciò che non vorresti che gli altri facessero a te...

"Ama il prossimo tuo come te stesso"

"Ogni giorno è un nuovo inizio, cogliete il bello e il buono: è sempre tempo di ricominciare!!!"

"Compite i passi verso le giuste direzioni, a volte farà male, a volte sbaglierete, ma non temete… state sereni, e se sbagliate tornate indietro e andate verso la giusta direzione!!!"


giovedì 4 febbraio 2010, ore 17:13
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: domenica 23 dicembre 2007, ore 23:41
Messaggi: 10410
Località: Roma
Karma: 116 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame
data la stazza le può fare solo bene..

questa si che è una preside !

_________________
Immagine


giovedì 4 febbraio 2010, ore 18:04
Torna a inizio pagina
Profilo YIM WWW
Global Moderator
Global Moderator
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 17 novembre 2005, ore 19:37
Messaggi: 3286
Località: Gela
Karma: 10 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame
questa iniziativa mi piace, quando si crede fortemente in qualcosa è giusto far valere i propri diritti anche con proteste plateali.

_________________
OBIETTIVO GELA

RIFONDIAMOLA.
Un grande passato merita un grande futuro.



Immagine
ribelle 2.0


giovedì 4 febbraio 2010, ore 22:23
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: domenica 23 dicembre 2007, ore 23:41
Messaggi: 10410
Località: Roma
Karma: 116 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame
francesco ha scritto:
questa iniziativa mi piace, quando si crede fortemente in qualcosa è giusto far valere i propri diritti anche con proteste plateali.

Solo che ha fatto una gran figura di emme ! l'on federico le ha detto che la provincia aveva dei soldi destinati ai lavoratori, ma lei non ne aveva fatto rischiesta,,

_________________
Immagine


venerdì 5 febbraio 2010, ore 18:33
Torna a inizio pagina
Profilo YIM WWW
Super user
Super user

Data iscrizione: martedì 11 agosto 2009, ore 0:30
Messaggi: 214
Località: Gela
Karma: 0 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fame
dionisio ha scritto:
francesco ha scritto:
questa iniziativa mi piace, quando si crede fortemente in qualcosa è giusto far valere i propri diritti anche con proteste plateali.

Solo che ha fatto una gran figura di emme ! l'on federico le ha detto che la provincia aveva dei soldi destinati ai lavoratori, ma lei non ne aveva fatto rischiesta,,



e infatti la figura di emme l'ha fatta federico, perchè le richieste scritte sono registrate agli atti...

io credo che prima di parlare bisogna sempre essere bene informati... piuttosto vi invito a leggere su La Sicilia del giorno 4 feb pag 2 nel trafiletto in alto sezione gialla.. un articolo serio a mio parere...

_________________
Non fare agli altri ciò che non vorresti che gli altri facessero a te...

"Ama il prossimo tuo come te stesso"

"Ogni giorno è un nuovo inizio, cogliete il bello e il buono: è sempre tempo di ricominciare!!!"

"Compite i passi verso le giuste direzioni, a volte farà male, a volte sbaglierete, ma non temete… state sereni, e se sbagliate tornate indietro e andate verso la giusta direzione!!!"


sabato 6 febbraio 2010, ore 22:21
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: martedì 11 agosto 2009, ore 0:30
Messaggi: 214
Località: Gela
Karma: 0 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fam
http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A ... fi4tKwHN-w

_________________
Non fare agli altri ciò che non vorresti che gli altri facessero a te...

"Ama il prossimo tuo come te stesso"

"Ogni giorno è un nuovo inizio, cogliete il bello e il buono: è sempre tempo di ricominciare!!!"

"Compite i passi verso le giuste direzioni, a volte farà male, a volte sbaglierete, ma non temete… state sereni, e se sbagliate tornate indietro e andate verso la giusta direzione!!!"


mercoledì 31 agosto 2011, ore 16:28
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: martedì 11 agosto 2009, ore 0:30
Messaggi: 214
Località: Gela
Karma: 0 punti  
Messaggio Re: Niente laboratori, Preside Savatta fa sciopero della fam
[b]Con una lettera di commiato spiega la sua vita professionale
La dirigente Savatta va in pensione e si toglie i sassolini dalle scarpe
[/b]
Scritto da L.B.
Sabato 06 Agosto 2011 - 14:19

Gela - A chiusura della parentesi professionale durata decenni,[i] la dirigente scolatica Agle Savatta si toglie qualche ‘sassolino dalla scarpa’.In occasione del suo pensionamento ha scritto una lettera di commiato ripercorrendo tutte le sue vicissitudini professionali, spesso contrassegnate da incomprensioni e contrasti, riconosciute dalla magistratura a suo favore. Di fatto il carattere forte e le convinzioni personali l’hanno portata ad un muro contro muro che la dirigente ripercorre in questa nota.

“Credo sia giusto, alla fine della mia carriera di preside e prima di entrare in pensione, informare la comunità civile, e primi fra gli altri i miei studenti, i docenti ed il personale tutto dell’ITIS di Gela, degli esiti relativi alla nota vicenda di cui hanno dato ampio risalto i giornali alla fine del 2009, vicenda che mi ha vista anche sospesa dal mio ufficio per ben due mesi, con privazione della retribuzione, oltre che sottoposta a procedimento penale perché “con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso … cagionava l’interruzione e l’irregolare svolgimento del servizio di istruzione sia presso il liceo scientifico Vittorini sia presso l’istituto da Lei diretto. …”.

Bisogna intanto dire che già durante la mia sospensione dal servizio, quindi nelle settimane immediatamente successive ai fatti in questione, il Tribunale di Caltanissetta nella causa civile intentata contro di me dall’Amministrazione Provinciale sempre in relazione alle tre aule scolastiche al centro della citata vicenda, ha riconosciuto e confermato quanto ho sempre sostenuto, e ciò pur nella forzata assenza mia e del mio difensore durante il dibattimento, ed ha rigettato le richieste di un’assegnazione imposta delle aule al Liceo Scientifico Vittorini.

La seconda notizia sulla vicenda riguarda il procedimento penale, che si è concluso alcuni mesi or sono, quando il Tribunale di Gela con sentenza n. 199/2011, divenuta definitiva qualche settimana fa, mi ha assolta con la più ampia formula e perché il fatto non sussiste dalle accuse che mi erano state mosse. La sentenza di assoluzione smentisce chi mi aveva strumentalmente presentata come una persona, e prima ancora un dirigente scolastico, incline a calpestare i diritti altrui, addirittura violando le norme del codice penale. Durante il dibattimento infatti è stato documentato che il Liceo Scientifico “denunziante” aveva perso ben 14 classi tra il 2004 ed il 2009 e, di queste, addirittura quattro nel settembre 2009 rispetto al giugno dello stesso anno: ciò dimostra che quell’istituto non aveva alcun bisogno delle tre aule dell’Itis per svolgere il regolare servizio scolastico ed evidenzia come l’accusa da più parti rivoltami di aver impedito agli studenti dello scientifico lo svolgimento delle lezioni fosse del tutto infondata.


Il mio operato è stato riconosciuto come sempre improntato verso il perseguimento delle finalità del servizio scolastico, avendo io dovuto in primo luogo tutelare i diritti dei miei alunni ad alcuni dei quali, a causa della mancanza di aule adeguate, si volevano negare servizi didattici primari. E’ stato dimostrato, inoltre, che nella vicenda in questione io a differenza di altri, che tuttavia hanno abilmente saputo presentarsi come “vittime”, ho subito accolto la soluzione ragionevole proposta dal funzionario dell’ufficio tecnico della stessa amministrazione provinciale, soluzione che loro, al contrario, non hanno mai inteso percorrere.

La sentenza, come apparso in modo evidente durante il processo, ha anche sottolineato che non ho incitato nessuno ad astenersi dalle lezioni né, tanto meno, è accaduto che alcune classi non abbiano potuto frequentare le lezioni a causa del mio operato. Tutt’altro. L’assoluzione almeno in parte ripara l’offesa che la vicenda processuale di che trattasi mi ha arrecato, atteso che dopo tanti anni di sincero servizio nelle istituzioni scolastiche e di dedizione agli alunni affidatimi, mi sono vista dipingere come chi addirittura impediva l’esercizio dell’attività didattica persino ai suoi studenti che, invece, ho sempre voluto tutelare e per i quali mi sono sempre battuta con ogni energia affinché potessero frequentare una scuola efficiente e dignitosa; ed ho pure dovuto subire l’allontanamento per ben due mesi dal mio ufficio, come una pericolosa delinquente che schiaccia i diritti altrui, quando invece, da anni, appellandomi al diritto amministrativo scolastico chiedevo alla Provincia di restituire le aule, che il Consiglio di Istituto, unico Organo che lo può fare, aveva deliberato, diversi anni prima che io assumessi la dirigenza dell’ITIS, di non cedere al Liceo scientifico, per esigenze didattiche.

Io sarei “ la pericolosa delinquente “ che già nel 1994, preside al Magistrale “ Dante Alighieri” deliberò con il Consiglio di istituto e il Collegio dei docenti l’intitolazione dell’Auditorium ai due giudici G. Falcone e P. Borsellino, istituì il Premio Regionale a Loro stessi dedicato e celebrò, fra le prime scuole della Sicilia, la giornata sulla educazione alla legalità, da me sempre presentata ai ragazzi come uno dei valori fondanti del vivere civile. L’esito della vicenda giudiziaria, comunque, mi induce a confermare la fiducia che ho sempre nutrito verso le istituzioni dello Stato, ivi compresa la giustizia.

Durante il processo sono stata difesa dall’avvocato Antonio Gagliano, al quale va pubblicamente il mio più sentito ringraziamento non solo per il suo patrocinio, ma anche per la stima che mi ha sempre dimostrata. Spero che di tutto ciò prendano atto, dandone diffusione quanto meno pari a quella dedicata alla vicenda alla fine del 2009, così come vuole la più corretta interpretazione della norma di cui all’art. 8 della legge sulla stampa n47 del 1948, anche gli organi di stampa che, quando avvennero i fatti, non hanno, secondo me, messo adeguatamente in evidenza le mie ragioni e le mie posizioni, ma solo quelle di chi ingiustamente mi accusava. Ai miei ragazzi ricordo quello che diceva J. F. Kennedy : “ Un uomo fa quello che e’ suo dovere fare, quali che siano gli ostacoli, i pericoli o le pressioni. questa e’ la base di tutta la moralita’ umana ” . Amava ripeterlo anche il giudice Giovanni Falcone”.[/i]

_________________
Non fare agli altri ciò che non vorresti che gli altri facessero a te...

"Ama il prossimo tuo come te stesso"

"Ogni giorno è un nuovo inizio, cogliete il bello e il buono: è sempre tempo di ricominciare!!!"

"Compite i passi verso le giuste direzioni, a volte farà male, a volte sbaglierete, ma non temete… state sereni, e se sbagliate tornate indietro e andate verso la giusta direzione!!!"


mercoledì 31 agosto 2011, ore 16:31
Torna a inizio pagina
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per      
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron