Gela nel Mondo Indice del Forum Galleria Foto e Immagini di Gela Gela nel Mondo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
si contraddice da sola 
Autore Messaggio
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: domenica 23 dicembre 2007, ore 23:41
Messaggi: 10410
Località: Roma
Karma: 116 punti  
Messaggio si contraddice da sola
E' una polveriera il quartiere di Albani Roccella. All'ombra del degrado e del deserto di servizi e strutture crescono ragazzi che hanno voglia di non far nulla. Questa noia, figlia della mancanza di stimoli e prospettive, esplode spesso in violenza. Ne sanno qualcosa le insegnanti del plesso di Albani Roccella della scuola media San Francesco che l'altro ieri sono riuscite in extremis a strappare dalle grinfie di uno dei loro alunni "svogliati" in versione " ullo" il compagno scelto come vittima. Protagonista della selvaggia aggressione è stato un tredicenne ripetente di seconda media che da qualche tempo aveva preso di mira un compagno di classe, un ragazzino di 12 anni dal carattere mite.
"Denti storti" - gli diceva. Con questo ed altri epiteti lo teneva in pugno e lo insultava in modo da far vedere ai compagni che comandava lui in classe. La situazione è degenerata l'altro ieri alle 13,45. A fine lezione, neanche il tempo di metter piede fuori dalla scuola ed il bullo ha picchiato il dodicenne. Le urla dei compagni, spettatori del pestaggio, hanno attirato le insegnanti che sono riuscite a liberare la vittima dall'aggressore. Trasportato in ospedale dalla madre, il dodicenne ha riportato ferite alle labbra e ad uno zigomo. E' stato dimesso con una prognosi di 5 giorni.
"Il ragazzino picchiato dal compagno ha il volto tumefatto ed irriconoscibile -ha raccontato dispiaciuta la preside Giovanna Palazzolo - e poteva andare molto ma molto peggio se l'aggressione non fosse avvenuta all'ingresso della scuola". Insomma se non fossero state le insegnanti ad allontanare il bullo avrebbe fatto secco il compagno. Alla scuola media San Francesco si fanno varie attività contro il bullismo dai premi a chi rispetta le regole agli incontri con specialisti. Eppure non bastano, se poi i ragazzi vivono in ambienti degradati o non hanno fuori dalla scuola modelli positivi di riferimento. Stavolta di fronte ad un pestaggio così violento, il dirigente ha deciso di adottare le maniere dure.
Il bullo è stato subito allontanato dalla scuola per sei giorni ma la prossima settimana, convocati d'urgenza dalla preside, si riuniranno il consiglio di classe ed il collegio dei docenti. " E' un atto intollerabile quello che è stato compiuto - ha detto- proporrò per il bullo sei mesi di espulsione. Serve una punizione esemplare". Del bullo il dirigente dice che finora non aveva compiuto atti di violenza. " E' stato sempre un ragazzo svogliato - dice - poco interessato ad apprendere, con la facile risposta ai richiamo degli insegnanti. Ora però ha superato il limite". La scuola ha informato i Servizi Sociali del Comune e l'Ufficio dei minori ed ha anche presentato denuncia ai Carabinieri. I militari dell'Arma che hanno raccolto anche la denuncia della madre del ragazzino picchiato hanno segnalato l'aggressore al Tribunale dei minorenni di Caltanissetta.
M.C.G.

_________________
Immagine


domenica 15 novembre 2009, ore 20:31
Torna a inizio pagina
Profilo YIM WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: sabato 7 ottobre 2006, ore 19:48
Messaggi: 20221
Località: Gela - Brescia
Karma: 87 punti  
Messaggio Re: si contraddice da sola
Mephisto ha scritto:

"Il ragazzino picchiato dal compagno ha il volto tumefatto ed irriconoscibile -ha raccontato dispiaciuta la preside Giovanna Palazzolo - e poteva andare molto ma molto peggio se l'aggressione non fosse avvenuta all'ingresso della scuola". Insomma se non fossero state le insegnanti ad allontanare il bullo avrebbe fatto secco il compagno. Alla scuola media San Francesco si fanno varie attività contro il bullismo dai premi a chi rispetta le regole agli incontri con specialisti. Eppure non bastano, se poi i ragazzi vivono in ambienti degradati o non hanno fuori dalla scuola modelli positivi di riferimento.


questo rigurgito di sensibilità mi fa decisamente ridere.....ma boccuccia mia statti zitta.... :evil: :evil: lasciamo perdere

_________________
O BRIGANTE O EMIGRANTE! ...per ora emigrante...

io AMO la mia città
io ODIO la mafia, odio i mafiosi
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
http://www.ilportaledelsud.org
Immagine


domenica 15 novembre 2009, ore 21:07
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: domenica 23 dicembre 2007, ore 23:41
Messaggi: 10410
Località: Roma
Karma: 116 punti  
Messaggio Re: si contraddice da sola
ryoga ha scritto:
Mephisto ha scritto:

"Il ragazzino picchiato dal compagno ha il volto tumefatto ed irriconoscibile -ha raccontato dispiaciuta la preside Giovanna Palazzolo - e poteva andare molto ma molto peggio se l'aggressione non fosse avvenuta all'ingresso della scuola". Insomma se non fossero state le insegnanti ad allontanare il bullo avrebbe fatto secco il compagno. Alla scuola media San Francesco si fanno varie attività contro il bullismo dai premi a chi rispetta le regole agli incontri con specialisti. Eppure non bastano, se poi i ragazzi vivono in ambienti degradati o non hanno fuori dalla scuola modelli positivi di riferimento.


questo rigurgito di sensibilità mi fa decisamente ridere.....ma boccuccia mia statti zitta.... :evil: :evil: lasciamo perdere

infatti è questo che volevo sottolineare...


purtroppo nel mondo... l'ipocrisia non ha limiti

_________________
Immagine


domenica 15 novembre 2009, ore 23:17
Torna a inizio pagina
Profilo YIM WWW
City Keys Owner!
City Keys Owner!

Data iscrizione: giovedì 21 agosto 2008, ore 22:25
Messaggi: 1066
Località: gela
Karma: -3 punti  
Messaggio Re: si contraddice da sola
poveri ragazzi sono lasciati veramente soli con la loro aggressività , con la loro incapacità di controllare le proprie pulsioni. Ma dove è finita l'era dei centri di aggregazione?
il comune non ha fatto assolutamnete alcuna progettualità per il problema giovanile, nulla . tutto è lasciato in mano alla chiesa.

bullismo , alcol, droga , dispersione scolastica, mancanza di progettualità, ci volgiono progetti seri no esperti che vengono chiamati una tantum . ci vuole un'equipe fissa nelle scuola .
così è ad esempio a vittoria dove io lavoro come psicologa scolastica nelle scuole . con me una pedagogista ed una assistente sociale.
a vittoria operano 6 equipe , una per ogni circolo didattico.

E a gela??? tutto tace

_________________
pantarei:tutto scorre, non puoi bagnarti nelle acque di uno stesso fiume


domenica 15 novembre 2009, ore 23:18
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: domenica 23 dicembre 2007, ore 23:41
Messaggi: 10410
Località: Roma
Karma: 116 punti  
Messaggio Re: si contraddice da sola
pantarei ha scritto:
poveri ragazzi sono lasciati veramente soli con la loro aggressività , con la loro incapacità di controllare le proprie pulsioni. Ma dove è finita l'era dei centri di aggregazione?
il comune non ha fatto assolutamnete alcuna progettualità per il problema giovanile, nulla . tutto è lasciato in mano alla chiesa.

bullismo , alcol, droga , dispersione scolastica, mancanza di progettualità, ci volgiono progetti seri no esperti che vengono chiamati una tantum . ci vuole un'equipe fissa nelle scuola .
così è ad esempio a vittoria dove io lavoro come psicologa scolastica nelle scuole . con me una pedagogista ed una assistente sociale.
a vittoria operano 6 equipe , una per ogni circolo didattico.

E a gela??? tutto tace

c'è al classico...
o almeno c'era...

li si che è utile.. a forza del greco la gente diventa folle !

_________________
Immagine


domenica 15 novembre 2009, ore 23:21
Torna a inizio pagina
Profilo YIM WWW
City Keys Owner!
City Keys Owner!

Data iscrizione: giovedì 21 agosto 2008, ore 22:25
Messaggi: 1066
Località: gela
Karma: -3 punti  
Messaggio Re: si contraddice da sola
Mephisto ha scritto:
pantarei ha scritto:
poveri ragazzi sono lasciati veramente soli con la loro aggressività , con la loro incapacità di controllare le proprie pulsioni. Ma dove è finita l'era dei centri di aggregazione?
il comune non ha fatto assolutamnete alcuna progettualità per il problema giovanile, nulla . tutto è lasciato in mano alla chiesa.

bullismo , alcol, droga , dispersione scolastica, mancanza di progettualità, ci volgiono progetti seri no esperti che vengono chiamati una tantum . ci vuole un'equipe fissa nelle scuola .
così è ad esempio a vittoria dove io lavoro come psicologa scolastica nelle scuole . con me una pedagogista ed una assistente sociale.
a vittoria operano 6 equipe , una per ogni circolo didattico.

E a gela??? tutto tace

c'è al classico...
o almeno c'era...

li si che è utile.. a forza del greco la gente diventa folle !



ma al liceo c'è per poche ore all'anno , almeno per quel che ne so , nelle scuole elementari e medie di vittoria invece lavoriamo fisse ogni giorno per 5 ore al giorno. Ormai siamo un punto di riferimento per ragazzi fasmiglie e per gli insegnanti. Nn arriviamo come esperti facendo qualche breve comparsa elargendo consigli e poi sparendo . Insieme agli insegnanti e alle famiglie programmiamo gli interventi e poi vediamo se questi funzionano.

comunque ritengo che la presenza di tali figure sia essenziale oggi nelle scuole perchè comunque anche gli insegnanti chiedono aiuto perchè nonè facile lavorare oggi nelle scuole

_________________
pantarei:tutto scorre, non puoi bagnarti nelle acque di uno stesso fiume


lunedì 16 novembre 2009, ore 12:30
Torna a inizio pagina
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per      
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a: