Gela nel Mondo Indice del Forum Galleria Foto e Immagini di Gela Gela nel Mondo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
TUTTI A CASA!!! 
Autore Messaggio
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: sabato 7 ottobre 2006, ore 19:48
Messaggi: 20221
Località: Gela - Brescia
Karma: 87 punti  
Messaggio Re: TUTTI A CASA!!!
gianiro ha scritto:
Bufera sui costi della politica

CATANIA - La Camera dei deputati potrebbe fare dietrofront rispetto allo sbandierato taglio agli aumenti di stipendio dei deputati. Il trucchetto è nascosto nelle pieghe della Finanziaria approvata alla fine di dicembre, che ha deciso di bloccare gli aumenti degli emolumenti di Camera e Senato per tutta la legislatura "in ossequio alla richiesta di sobrietà di tutte le istituzioni".

Poichè i senatori si sono opposti al congelamento degli scatti automatici, a differenza dei deputati, tra i due stipendi si è creato 'un dislivello' che è ammissibile dal punto di vista giuridico. È dunque possibile ipotizzare che alla fine di gennaio i 630 deputati potrebbero trovarsi una busta paga di 5.613,59 euro: ben 127 euro netti in più rispetto allo scorso anno.

Adesso la parola spetterà al presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, che ha 'tre alternative'. La prima, lasciare il disallineamento esponendosi a una molteplicità di ricorsi. Se la differenza tra le buste paga delle due Camere rimanesse tale, infatti, nulla vieterebbe ai deputati di fare ricorso (e di vincerlo) contro il vitalizio decurtato.

La seconda opzione, quella più probabile, l'allineamento con il Senato. La terza è quella di fare un generale dietrofront, restituendo ai parlamentari anche gli arretrati dell'anno scorso mai corrisposti, mettendo nelle tasche dei deputati altri euro per evitare i ricorsi.

I COSTI DELLA POLITICA SICILIANA. Ed allora che puntuali vengono riproposti i costi della politica siciliana, di fatto equiparati a quelli dei politici nazionali. Il netto mensile per il presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro è di 11.700 euro: 8.500 è lo stipendio base di parlamentare e 3.200 euro è l'indennità come capo dell'esecutivo. La cifra è stata recentemente fornita dallo stesso Cuffaro.

I 90 deputati dell'Assemblea siciliana (l'Isola è regione autonoma) hanno l'indennità equiparata a quella dei senatori. Il bilancio interno dell'Ars, che comprende tutte le spese sostenute dal Parlamento siciliano, ammonta a circa 157 milioni di euro l'anno.


per 1100 euro, muoiono carbonizzati gli operai della thyssenkrupp, perchè devono sopperire al lavoro di altri operai.......facendo turni assurdi di lavoro....
la guerriglia urbana ci vorrebbe anche per manifestare il ns dissenso all'atteggiamento OFFENSIVO, STRAFOTTENTE, UMILIANTE DEI POLITICI ITALIANI nei confronti di noi cittadini, che non ci sentiamo più minimamente rappresentati da questi 4 ladroni e manigoldi che campano sulle ns spalle :evil: :evil:
ANDATE A LAVORARE, BUFFONI DI me*da :evil: :evil:

_________________
O BRIGANTE O EMIGRANTE! ...per ora emigrante...

io AMO la mia città
io ODIO la mafia, odio i mafiosi
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
http://www.ilportaledelsud.org
Immagine


domenica 6 gennaio 2008, ore 1:30
Torna a inizio pagina
Profilo
Heaven Keys Owner!
Heaven Keys Owner!
Avatar utente

Data iscrizione: sabato 22 settembre 2007, ore 16:26
Messaggi: 3009
Località: gela
Karma: 13 punti  
Messaggio Re: TUTTI A CASA!!!
ryoga ha scritto:
gianiro ha scritto:
Bufera sui costi della politica

CATANIA - La Camera dei deputati potrebbe fare dietrofront rispetto allo sbandierato taglio agli aumenti di stipendio dei deputati. Il trucchetto è nascosto nelle pieghe della Finanziaria approvata alla fine di dicembre, che ha deciso di bloccare gli aumenti degli emolumenti di Camera e Senato per tutta la legislatura "in ossequio alla richiesta di sobrietà di tutte le istituzioni".

Poichè i senatori si sono opposti al congelamento degli scatti automatici, a differenza dei deputati, tra i due stipendi si è creato 'un dislivello' che è ammissibile dal punto di vista giuridico. È dunque possibile ipotizzare che alla fine di gennaio i 630 deputati potrebbero trovarsi una busta paga di 5.613,59 euro: ben 127 euro netti in più rispetto allo scorso anno.

Adesso la parola spetterà al presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, che ha 'tre alternative'. La prima, lasciare il disallineamento esponendosi a una molteplicità di ricorsi. Se la differenza tra le buste paga delle due Camere rimanesse tale, infatti, nulla vieterebbe ai deputati di fare ricorso (e di vincerlo) contro il vitalizio decurtato.

La seconda opzione, quella più probabile, l'allineamento con il Senato. La terza è quella di fare un generale dietrofront, restituendo ai parlamentari anche gli arretrati dell'anno scorso mai corrisposti, mettendo nelle tasche dei deputati altri euro per evitare i ricorsi.

I COSTI DELLA POLITICA SICILIANA. Ed allora che puntuali vengono riproposti i costi della politica siciliana, di fatto equiparati a quelli dei politici nazionali. Il netto mensile per il presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro è di 11.700 euro: 8.500 è lo stipendio base di parlamentare e 3.200 euro è l'indennità come capo dell'esecutivo. La cifra è stata recentemente fornita dallo stesso Cuffaro.

I 90 deputati dell'Assemblea siciliana (l'Isola è regione autonoma) hanno l'indennità equiparata a quella dei senatori. Il bilancio interno dell'Ars, che comprende tutte le spese sostenute dal Parlamento siciliano, ammonta a circa 157 milioni di euro l'anno.


per 1100 euro, muoiono carbonizzati gli operai della thyssenkrupp, perchè devono sopperire al lavoro di altri operai.......facendo turni assurdi di lavoro....
la guerriglia urbana ci vorrebbe anche per manifestare il ns dissenso all'atteggiamento OFFENSIVO, STRAFOTTENTE, UMILIANTE DEI POLITICI ITALIANI nei confronti di noi cittadini, che non ci sentiamo più minimamente rappresentati da questi 4 ladroni e manigoldi che campano sulle ns spalle :evil: :evil:
ANDATE A LAVORARE, BUFFONI DI me*da :evil: :evil:


=D> =D> =D> =D>
:evil: :evil:


domenica 6 gennaio 2008, ore 14:10
Torna a inizio pagina
Profilo
Global Moderator
Global Moderator
Avatar utente

Data iscrizione: giovedì 17 novembre 2005, ore 19:37
Messaggi: 3286
Località: Gela
Karma: 10 punti  
Messaggio 
E' UNA VERGOGNA, POLITICI SENZA DIGNITA'

_________________
OBIETTIVO GELA

RIFONDIAMOLA.
Un grande passato merita un grande futuro.



Immagine
ribelle 2.0


domenica 6 gennaio 2008, ore 19:56
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: mercoledì 1 marzo 2006, ore 12:54
Messaggi: 7140
Località: Deserto algerino
Karma: 184 punti  
Messaggio Re: TUTTI A CASA!!!
ryoga ha scritto:
gianiro ha scritto:
Bufera sui costi della politica

CATANIA - La Camera dei deputati potrebbe fare dietrofront rispetto allo sbandierato taglio agli aumenti di stipendio dei deputati. Il trucchetto è nascosto nelle pieghe della Finanziaria approvata alla fine di dicembre, che ha deciso di bloccare gli aumenti degli emolumenti di Camera e Senato per tutta la legislatura "in ossequio alla richiesta di sobrietà di tutte le istituzioni".

Poichè i senatori si sono opposti al congelamento degli scatti automatici, a differenza dei deputati, tra i due stipendi si è creato 'un dislivello' che è ammissibile dal punto di vista giuridico. È dunque possibile ipotizzare che alla fine di gennaio i 630 deputati potrebbero trovarsi una busta paga di 5.613,59 euro: ben 127 euro netti in più rispetto allo scorso anno.

Adesso la parola spetterà al presidente della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, che ha 'tre alternative'. La prima, lasciare il disallineamento esponendosi a una molteplicità di ricorsi. Se la differenza tra le buste paga delle due Camere rimanesse tale, infatti, nulla vieterebbe ai deputati di fare ricorso (e di vincerlo) contro il vitalizio decurtato.

La seconda opzione, quella più probabile, l'allineamento con il Senato. La terza è quella di fare un generale dietrofront, restituendo ai parlamentari anche gli arretrati dell'anno scorso mai corrisposti, mettendo nelle tasche dei deputati altri euro per evitare i ricorsi.

I COSTI DELLA POLITICA SICILIANA. Ed allora che puntuali vengono riproposti i costi della politica siciliana, di fatto equiparati a quelli dei politici nazionali. Il netto mensile per il presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro è di 11.700 euro: 8.500 è lo stipendio base di parlamentare e 3.200 euro è l'indennità come capo dell'esecutivo. La cifra è stata recentemente fornita dallo stesso Cuffaro.

I 90 deputati dell'Assemblea siciliana (l'Isola è regione autonoma) hanno l'indennità equiparata a quella dei senatori. Il bilancio interno dell'Ars, che comprende tutte le spese sostenute dal Parlamento siciliano, ammonta a circa 157 milioni di euro l'anno.


per 1100 euro, muoiono carbonizzati gli operai della thyssenkrupp, perchè devono sopperire al lavoro di altri operai.......facendo turni assurdi di lavoro....
la guerriglia urbana ci vorrebbe anche per manifestare il ns dissenso all'atteggiamento OFFENSIVO, STRAFOTTENTE, UMILIANTE DEI POLITICI ITALIANI nei confronti di noi cittadini, che non ci sentiamo più minimamente rappresentati da questi 4 ladroni e manigoldi che campano sulle ns spalle :evil: :evil:
ANDATE A LAVORARE, BUFFONI DI me*da :evil: :evil:


QUOTO.
Ma questa gente può fare questo è altro fin quando gli italiani continuano a dormire sogni tranquilli. :x

_________________
Adeu Clavell Morenet,adeu estrella del dia.


domenica 6 gennaio 2008, ore 21:24
Torna a inizio pagina
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per      
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron