Gela nel Mondo Indice del Forum Galleria Foto e Immagini di Gela Gela nel Mondo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
mafia, mafia, mafia e ancora mafia 

E' una cosa buona che un Sindaco parli spesso contro la mafia?
si 71%  71%  [ 15 ]
no 29%  29%  [ 6 ]
Voti totali : 21

mafia, mafia, mafia e ancora mafia 
Autore Messaggio
Super user
Super user
Avatar utente

Data iscrizione: martedì 27 giugno 2006, ore 18:20
Messaggi: 242
Località: Gela
Karma: 5 punti  
Messaggio mafia, mafia, mafia e ancora mafia
E' una cosa buona che un Sindaco parli spesso contro la mafia?


mercoledì 14 maggio 2008, ore 18:50
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: venerdì 19 ottobre 2007, ore 16:12
Messaggi: 17206
Karma: 35 punti  
Messaggio 
certo

_________________
Immagine


mercoledì 14 maggio 2008, ore 19:40
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: sabato 7 ottobre 2006, ore 19:48
Messaggi: 20221
Località: Gela - Brescia
Karma: 87 punti  
Messaggio 
GUAI A NON PARLARNE

..di concerto ci si dovrebbe occupare della città... :?

_________________
O BRIGANTE O EMIGRANTE! ...per ora emigrante...

io AMO la mia città
io ODIO la mafia, odio i mafiosi
ImmagineImmagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
http://www.ilportaledelsud.org
Immagine


mercoledì 14 maggio 2008, ore 19:43
Torna a inizio pagina
Profilo
City Soldier
City Soldier
Avatar utente

Data iscrizione: venerdì 19 ottobre 2007, ore 16:12
Messaggi: 17206
Karma: 35 punti  
Messaggio 
cmq antner secondo me hai espresso male la domanda, perche' cosi' sembra che tu non voglia che il sindaco si occupi di mafia, mentre mi pare di capire che tu vuoiche si occupi anche di altre cose....

_________________
Immagine


mercoledì 14 maggio 2008, ore 19:45
Torna a inizio pagina
Profilo
Baby Admin*
Baby Admin*
Avatar utente

Data iscrizione: mercoledì 12 ottobre 2005, ore 7:21
Messaggi: 4616
Località: Catania / Gela (nel WE)
Karma: 11 punti  
Messaggio 
RAZIO ha scritto:
cmq antner secondo me hai espresso male la domanda, perche' cosi' sembra che tu non voglia che il sindaco si occupi di mafia, mentre mi pare di capire che tu vuoiche si occupi anche di altre cose....


Esattamente. Tra il non parlarne e il parlarne meglio la seconda opzione… tanto non credo che se non se ne parlasse le altre cose andrebbero meglio :wink:

_________________
ImmagineImmagineImmagine


mercoledì 14 maggio 2008, ore 21:36
Torna a inizio pagina
Profilo WWW
Normal user
Normal user
Avatar utente

Data iscrizione: martedì 31 ottobre 2006, ore 10:34
Messaggi: 29
Località: gela
Karma: 0 punti  
Messaggio 
i mafiosi? tutti dentro e buttiamo le chiavi.
:figo:

_________________
Le altre persone sono ok ed io sono ok.
Mi piace essere amato e apprezzato, ma se non piaccio a qualcuno va bene lo stesso.
Non è necessario che io piaccia a tutti. E non è necessario che tutti mi piacciano.
faccio errori come del resto tutti fanno errori.
Non tutto mi piace e anche se qualcosa non mi piace, posso sopportarlo.
Non sono capace di fare tutto, ma so che so fare qualcosa.
mi piace ascoltare ed essere ascoltato.


giovedì 15 maggio 2008, ore 13:32
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: lunedì 28 gennaio 2008, ore 0:20
Messaggi: 158
Località: Palermo
Karma: 0 punti  
Messaggio 
Parlare ed agire contro la mafia sempre e comunque! 8)


giovedì 15 maggio 2008, ore 19:13
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user
Avatar utente

Data iscrizione: venerdì 12 ottobre 2007, ore 19:23
Messaggi: 172
Località: S. Stefano di Camastra
Karma: 0 punti  
Messaggio 
non toccatemi Rosario, è il sindaco che ognuno di noi siciliani vorrebbe.


giovedì 15 maggio 2008, ore 21:40
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: lunedì 28 gennaio 2008, ore 0:20
Messaggi: 158
Località: Palermo
Karma: 0 punti  
Messaggio 
gianiro ha scritto:
E' giusto parlare contro la mafia, guai a non farlo.
Esagerare però, come tutto ciò che è esagerato, rischia di inflazionare la lotta e confinarla a semplice pubblicità personale.
Bisogna essere contro la mafia stando attenti a non trasformarsi in professionisti dell'antimafia.
Lotta alla mafia non significa solo parlarne male o blindare qualche appalto, significa anche amministrare bene la cosa pubblica e soprattuto creare sviluppo.
Senza sviluppo, non ci saranno mai nuove opportunità e senza opportunità ci sarà sempre disoccupazione che è il terreno fertile per la mafia e la delinquenza.
Se anche oggi riuscissimo a prendere tutti i mafiosi e a sbatterli dentro, avremmo risolto solo temporaneamente il problema.
La visione di un amministratore di una città deve vedere oltre....
Ammettendo che Crocetta sia riuscito nella sua lotta, cosa che io nei fatti non vedo, quando andrà via, cosa avrà lasciato dopo 10 anni a questa città per poter pensare ad un futuro libero dall'oppressione mafiosa?
Io penso una beata min**ia!


Gianiro vai a parare sempre li! Incredibile. Gira e rigira devi trovare il modo per screditare Saro. Il punto sai qual'è? Che difficilmente ci riuscirai. Lui è un simbolo per tutti noi. Per quello che ha fatto e fa. E non per ciò che non avrebbe fatto, come sostieni tu.


giovedì 15 maggio 2008, ore 21:53
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: lunedì 28 gennaio 2008, ore 0:20
Messaggi: 158
Località: Palermo
Karma: 0 punti  
Messaggio 
gianiro ha scritto:
frasca ha scritto:
gianiro ha scritto:
E' giusto parlare contro la mafia, guai a non farlo.
Esagerare però, come tutto ciò che è esagerato, rischia di inflazionare la lotta e confinarla a semplice pubblicità personale.
Bisogna essere contro la mafia stando attenti a non trasformarsi in professionisti dell'antimafia.
Lotta alla mafia non significa solo parlarne male o blindare qualche appalto, significa anche amministrare bene la cosa pubblica e soprattuto creare sviluppo.
Senza sviluppo, non ci saranno mai nuove opportunità e senza opportunità ci sarà sempre disoccupazione che è il terreno fertile per la mafia e la delinquenza.
Se anche oggi riuscissimo a prendere tutti i mafiosi e a sbatterli dentro, avremmo risolto solo temporaneamente il problema.
La visione di un amministratore di una città deve vedere oltre....
Ammettendo che Crocetta sia riuscito nella sua lotta, cosa che io nei fatti non vedo, quando andrà via, cosa avrà lasciato dopo 10 anni a questa città per poter pensare ad un futuro libero dall'oppressione mafiosa?
Io penso una beata min**ia!


Gianiro vai a parare sempre li! Incredibile. Gira e rigira devi trovare il modo per screditare Saro. Il punto sai qual'è? Che difficilmente ci riuscirai. Lui è un simbolo per tutti noi. Per quello che ha fatto e fa. E non per ciò che non avrebbe fatto, come sostieni tu.


Sai cosa penso?
Penso che se una persona parla male di un qualsiasi sindaco è normale dialettica. Se si parla male di Crocetta è screditare.
Allora penso che Leonardo Sciascia non avesse proprio torto.
Non posso reputarlo un cattivo amministratore? Non lo sto screditando, ma giudicando da cittadino.


Tanto per evitarti la ricerca:

Prendiamo, per esempio, un sindaco che per sentimento o per calcolo cominci ad esibirsi - in interviste televisive e scolastiche, in convegni, conferenze e cortei - come antimafioso: anche se dedicherà tutto il suo tempo a queste esibizioni e non ne troverà mai per occuparsi dei problemi del paese o della città che amministra (che sono tanti, in ogni paese, in ogni città: dall'acqua che manca all'immondizia che abbonda), si può considerare come in una botte di ferro. Magari qualcuno molto timidamente, oserà rimproverargli lo scarso impegno amministrativo; e dal di fuori. Ma dal di dentro, nel consiglio comunale e nel suo partito, chi mai oserà promuovere un voto di sfiducia, un'azione che lo metta in minoranza e ne provochi la sostituzione? Può darsi che, alla fine, qualcuno ci sia: ma correndo il rischio di essere marchiato come mafioso, e con lui tutti quelli che lo seguiranno.
L.Sciascia (i professionisti dell'Antimafia, pubblicato il 10 gennaio 1987)


Infatti lui passa tutto il tempo ad esibirsi accompagnato da una scorta, che a questo punto sarà composta da figuranti-attori e non da poliziotti, dato che l'esibizione fine a se stessa nn comporta rischi. Ma come fai a dire queste cose? E' proprio vero.. se le situazioni non vengono vissute sulla propria pelle non possono essere comprese.


giovedì 15 maggio 2008, ore 23:12
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: lunedì 28 gennaio 2008, ore 0:20
Messaggi: 158
Località: Palermo
Karma: 0 punti  
Messaggio 
gianiro ha scritto:
frasca ha scritto:
gianiro ha scritto:
frasca ha scritto:
gianiro ha scritto:
E' giusto parlare contro la mafia, guai a non farlo.
Esagerare però, come tutto ciò che è esagerato, rischia di inflazionare la lotta e confinarla a semplice pubblicità personale.
Bisogna essere contro la mafia stando attenti a non trasformarsi in professionisti dell'antimafia.
Lotta alla mafia non significa solo parlarne male o blindare qualche appalto, significa anche amministrare bene la cosa pubblica e soprattuto creare sviluppo.
Senza sviluppo, non ci saranno mai nuove opportunità e senza opportunità ci sarà sempre disoccupazione che è il terreno fertile per la mafia e la delinquenza.
Se anche oggi riuscissimo a prendere tutti i mafiosi e a sbatterli dentro, avremmo risolto solo temporaneamente il problema.
La visione di un amministratore di una città deve vedere oltre....
Ammettendo che Crocetta sia riuscito nella sua lotta, cosa che io nei fatti non vedo, quando andrà via, cosa avrà lasciato dopo 10 anni a questa città per poter pensare ad un futuro libero dall'oppressione mafiosa?
Io penso una beata min**ia!


Gianiro vai a parare sempre li! Incredibile. Gira e rigira devi trovare il modo per screditare Saro. Il punto sai qual'è? Che difficilmente ci riuscirai. Lui è un simbolo per tutti noi. Per quello che ha fatto e fa. E non per ciò che non avrebbe fatto, come sostieni tu.


Sai cosa penso?
Penso che se una persona parla male di un qualsiasi sindaco è normale dialettica. Se si parla male di Crocetta è screditare.
Allora penso che Leonardo Sciascia non avesse proprio torto.
Non posso reputarlo un cattivo amministratore? Non lo sto screditando, ma giudicando da cittadino.


Tanto per evitarti la ricerca:

Prendiamo, per esempio, un sindaco che per sentimento o per calcolo cominci ad esibirsi - in interviste televisive e scolastiche, in convegni, conferenze e cortei - come antimafioso: anche se dedicherà tutto il suo tempo a queste esibizioni e non ne troverà mai per occuparsi dei problemi del paese o della città che amministra (che sono tanti, in ogni paese, in ogni città: dall'acqua che manca all'immondizia che abbonda), si può considerare come in una botte di ferro. Magari qualcuno molto timidamente, oserà rimproverargli lo scarso impegno amministrativo; e dal di fuori. Ma dal di dentro, nel consiglio comunale e nel suo partito, chi mai oserà promuovere un voto di sfiducia, un'azione che lo metta in minoranza e ne provochi la sostituzione? Può darsi che, alla fine, qualcuno ci sia: ma correndo il rischio di essere marchiato come mafioso, e con lui tutti quelli che lo seguiranno.
L.Sciascia (i professionisti dell'Antimafia, pubblicato il 10 gennaio 1987)


Infatti lui passa tutto il tempo ad esibirsi accompagnato da una scorta, che a questo punto sarà composta da figuranti-attori e non da poliziotti, dato che l'esibizione fine a se stessa nn comporta rischi. Ma come fai a dire queste cose? E' proprio vero.. se le situazioni non vengono vissute sulla propria pelle non possono essere comprese.


Perchè ci hanno fatto votare?
Visto che è il migliore in assoluto, lo mettevano d'ufficio.

E' capitato che un sindaco a Gela abbia denunciato con una lettera alla procura una determinata persona perchè aveva saputo avere aderenze con mafiosi. Crocetta la stessa persona la denunciò 3 mesi dopo essere diventato sindaco sui giornali.
Il primo non ha avuto bisogno di scorta il secondo si.
Crocetta all'epoca subì un linciaggio da parte dell'opposizione che lo reputava troppo protagonista e sfruttava ogni circostanza per mettersi alla ribalta. Lui indisse una conferenza stampa nella quale fece un atto di una gravità assurda.
Disse davanti i giornalisti che non capiva tutto questo clamore alle sue affermazioni contro quella persona visto che aveva trovato nel cassetto una lettera del precedente sindaco che denunciava la stessa persona alla procura.
Mise a rischio la vita del sindaco precedente che magari più furbescamente e meno platealmente aveva denunciato.
La lotta alla mafia si può fare in tanti modo anche poco plateali.


Io penso che si debba sempre avere il coraggio di assumersi le proprie responsabilità. La lotta alla mafia non può essere fatta "sottobanco", devi prendere una posizione netta e decisa e dare l'esempio, se rappresenti una città e decidi di intraprendere questa strada. Chi ha paura di esporsi ( e posso capirlo) non può passare per persona umile e di contro chi affronta la situazione a viso aperto per esibizionista. Penso che ci voglia più coraggio nella seconda delle opzioni.. e non credo che in questo caso si traggano benefici al contrario di ciò che qualcuno pensa. E' vero la popolarità cresce, ma se fosse legata ad episodio isolato sparirebbe dopo due giorni. La continuità della lotta, accompagnata da una precisa presa di posizione, fa si che la gente ti stimi e ti apprezzi. Se permetti credo che la stima e l'affetto della gente siano importanti, fondamentali, perchè rappresentano il chiaro segnale che ciò che stai facendo è riconosciuto da tutti e apprezzato. A qualcuno questo consenso popolare darà fastidio, ma è inevitabile che ci sia nel caso di Rosario.


venerdì 16 maggio 2008, ore 8:32
Torna a inizio pagina
Profilo
Super user
Super user

Data iscrizione: mercoledì 9 gennaio 2008, ore 16:58
Messaggi: 322
Località: Gela
Karma: 0 punti  
Messaggio 
Io sono d'accordo con Gianiro. Che la mafia debba combattersi è ovvio e giusto. Niente da ridire su quest'ultimo punto. Però in una città come Gela ci vuole ANCHE qualcos'altro. Secondo me il sindaco andare meno in televisione e in giro per l'Italia a ritirare premi e stare più tra la gente, nei quartieri, lavorando per la città. Soprattutto per far crescere la città. Egli dice sempre: "legalità e sviluppo" o meglio "legalità è sviluppo". D'accordissimo. Ma a Gela si vede poca legalità e nessuno sviluppo. Mi sembrano soltanto slogan senza significato alcuno. E comunque volevo dire a un pò di persone che dire "il sindaco è bravo, è il migliore, è il più famoso, ha la scorta, ecc...." non significa proprio niente quando poi i ragazzi di Gela devono emigrare al nord per lavorare, quando moriamo coi veleni del petrolchimico, quando le strade sono inpraticabili e sporchissime, quando vengono spesi soldi inutilmente per opere che non servono e che soprattutto la città non vuole, ecc....Io non voglio un sindaco famoso, chiamato fantastico da chi non vive a Gela o da chi vive a Gela ma tiene gli occhi tappati, ma un sindaco che porta risultati concreti entro brevi termini di tempo, un sindaco che offre migliaia di posti di lavoro in legalità, un sindaco che assicuri la migliore vivibilità ai suoi cittadini. E mi fermo qui.


sabato 17 maggio 2008, ore 13:56
Torna a inizio pagina
Profilo
City Keys Owner!
City Keys Owner!
Avatar utente

Data iscrizione: martedì 25 marzo 2008, ore 12:14
Messaggi: 2396
Località: unna vene vene
Karma: 98 punti  
Messaggio 
Cita:
Prendiamo, per esempio, un sindaco che per sentimento o per calcolo cominci ad esibirsi - in interviste televisive e scolastiche, in convegni, conferenze e cortei - come antimafioso: anche se dedicherà tutto il suo tempo a queste esibizioni e non ne troverà mai per occuparsi dei problemi del paese o della città che amministra (che sono tanti, in ogni paese, in ogni città: dall'acqua che manca all'immondizia che abbonda), si può considerare come in una botte di ferro. Magari qualcuno molto timidamente, oserà rimproverargli lo scarso impegno amministrativo; e dal di fuori. Ma dal di dentro, nel consiglio comunale e nel suo partito, chi mai oserà promuovere un voto di sfiducia, un'azione che lo metta in minoranza e ne provochi la sostituzione? Può darsi che, alla fine, qualcuno ci sia: ma correndo il rischio di essere marchiato come mafioso, e con lui tutti quelli che lo seguiranno.
L.Sciascia (i professionisti dell'Antimafia, pubblicato il 10 gennaio 1987)


questa citazione di sciascia è cosa di poco conto rispetto alla grottesca realtà

_________________
'E’ arrivato il nostro momento, il momento dei siciliani onesti, che vogliono lottare per un cambiamento vero, contro chi ha ridotto e continua a ridurre la nostra terra in un deserto, abbiamo l’obbligo morale di ribellarci'."giuseppe gatì


mercoledì 21 maggio 2008, ore 11:42
Torna a inizio pagina
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per      
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron